Mongioia: essere Moscato

Vitae, la guida vini 2018

Moscato come imperativo assoluto, unico comandamento. A suo tempo quella di Marco Bianco

era una scommessa che poteva apparire azzardata, allora parlare di Cru di moscato era pressochè

incomprensibile. Maria e Riccardo portano avanti la sua eredità con coraggio e fiducia, sorretti ormai

dalle grandi soddisfazioni che donano gli antichissimi vigneti id Crivella, Ultracentenari e in parte a

piede Franco, insieme con il resto della Gamma, scelte d’Autore, vini d’Autore. Vale sempre quanto

già scritto altrove osate con gli abbinamenti. Il Moscato saprà sorprendervi.

 

Crivella 2016 Moscato d’Asti Bianco docg Frizzante

– Moscato Bianco 100% Alc. 5% € 38 Bt 2665

Dorato profondo. Il profilo olfattivo è complesso, giocato su una sequenza in cui nessuna nota prevale

sull’altra ma tutte si alternano con grazia: zagara, lavanda, cedro, tiglio, salvia, timo poi i frutti: un’albicocca

molto netta perché in varie fogge e una freschezza minerale, in bocca è altrettanto proporzionato, orientato su

un’equilibrio di sfumature mai banale la beva e un finale di Thè al Bergamotto sottile e prolungato.

Fermentazione spontanea in acciaio con lieviti indigeni.

Formaggi caprini *** 3 viti

 

Leonhard 2016 Bianco, Moscato Bianco 100%

Alc. 12% , € 15 Bt Nd

L’impronta aromatica al naso è chiara ma discreta, subito confortata da frutti esotici poco

maturi, mango e ananas e da un corredo floreale delicato di biancospino. Sorprendentamente

efficace la freschezza in bocca, che reca con se tracce agrumate di bergamotto, per una persistenza

dinamica, molto sapida e una chiusura leggermente amaricante, I marcatori aromatici non sovrastano

le sfacettature Gusto Olfattive che un bianco secco deve avere. Vinificato esclusivamente in acciaio

Risotto ai Gamberi *** 3 viti

 

Meramentae Metodo Classico Brut Nature 2015 Bianco Metodo Classico,

Moscato Bianco 100% Alc. 12,5% , € 28 Bt. 999

Paglierino luminoso con una calda vena dorata. Il profilo olfattivo è incisivo orientato preventivamente

sulle erbe aromatiche, nitide la salvia e il rosmarino. L’ingresso in bocca è ravvivato da un fine perlage

nella sua gradevole pungenza, ma sempre misurato, avvolgente, serico. La chiusura netta e precisa richiama

in causa il vitigno sottolineando sentori di scorza d’arancia e mandorla amara. Rifermentazione con lieviti

indigeni, sosta per 15 mesi in bottiglia e nessun dosaggio.

Carpaccio di Rombo coi porri ** 2 viti

 

Belb 2016 Bianco docg frizzante Dolce,

Moscato Bianco 100% Alc. 6% Bt Nd